Avviso di don Joseph Kramer 22.05.2020

Ai fedeli della Messa celebrata a San Pancrazio secondo il Rito romano antico

 

Cari fedeli, come sapete, la chiesa di San Pancrazio fa parte della Parrocchia di Sandrigo.

Il parroco di Sandrigo, don Giovanni Sandonà, sta cercando di riaprire quanto prima le chiese della parrocchia. Mi ha assicurato che vuole rendere accessibile anche la chiesa di San Pancrazio, ma ci chiede d’aspettare qualche settimana, il tempo necessario per trovare un modo di riaprire la nostra chiesetta ad Ancignano, come tutte le altre della parrocchia, nel pieno rispetto delle direttive della Cei e dello Stato.

Per adesso, nessuna delle chiese della Parrocchia di Sandrigo sarà aperta per le Messe, che saranno tutte celebrate in ambienti esterni.

Leggiamo le indicazioni del parroco sul sito della parrocchia:

«Preso atto di tali disposizioni [della Diocesi di Vicenza] di giovedì 14 maggio, assai impegnative e vincolanti e le molteplici attenzioni pastorali e organizzative richieste (individuazione e formazione di volontari accoglienti, gentili e bendisposti), risulta evidente la necessità di un giusto tempo per poter celebrare l’Eucarestia nelle nostre chiese in piena sicurezza e nel rispetto dei protocolli e delle indicazioni ricevute. Pertanto abbiamo visto necessario nella nostra Unità Pastorale, come peraltro caldeggiato nelle disposizioni della nostra diocesi, di celebrare inizialmente le Ss. Messe all’aperto. Abbiamo ritenuto i nostri cinque cimiteri i luoghi più consoni e idonei: ampi, spaziosi, con libero accesso sempre con obbligo di mascherina e con copertura in caso di tempo avverso. Ciò per qualche settimana fino a nuova indicazione e per tutte le Messe: feriali, festive e per i funerali.»

Credo che anche noi dovremo attendere la riapertura delle chiese della parrocchia.

Nel frattempo, il parroco lavorerà per definire la capienza massima e la disposizione dei posti a San Pancrazio e per avere una certificazione dello spazio da un professionista specializzato in normative di sicurezza.

Vi ricordo che durante questa fase di transizione è ancora in vigore la dispensa dall’obbligo d’essere presenti alle Messe domenicali.

Spero di rivedervi presto e vi ricordo ogni giorno nella Santa Messa.